samsung-logo-01Non è una novità che ormai la tecnologia dei dispositivi mobili si sta spingendo sull’aumentare la definizione del display fino all’inimmaginabile, infatti solo 2 anni fa avere un display Full-HD, significava avere il top di gamma appena uscito, mentre adesso quella risoluzione è possibile trovarla anche su dispositivi ad un un costo di 300 euro. Oggi la risoluzione dei nuovi dispositivi top di gamma è QHD.

Samsung ha fatto sapere però di essere a lavoro su la nuova frontiera della risoluzione, parliamo di dispositivi con una risoluzione tanto grande quanto inutile, parliamo di 4K o Ultra-HD (UHD). Il colosso sud-coreano sarebbe a lavoro su un display con tecnologia Super AMOLED, con una diagonale di 5,9 pollici (quindi molto simile al Nexus 6) ed una risoluzione di ben 3840 x 2160 pixel tradotti in PPI (Pixel per Pollice quadrato) 746 PPI. Vi ricordiamo che l’occhio umano ha una sensibilità di massimo 340 PPI.

Detto questo il nuovo pannello chiamato AMOLED Ultra HD, dovrebbe essere supportato da un SoC di adeguata potenza come il nuovo Qualcomm Snapdragon 810 octa-core a 64-bit. Tutto questo sempre a discapito della batteria che pur aumentando di capacità non sarà mai così performante da tenere in vita un dispositivo per più di 1 giorno.samsung-display-slide-1

Tutto questo probabilmente lo vedremo sul prossimo phablet dell’azienda, ossia Samsung Galaxy Note 5, vista la sua diagonale che è più giustificata per un phablet che uno smartphone. Cosa ne pensate voi? Sarà l’ennesima trovata di marketing per vedere un prodotto che ormai è arrivato già all’apice della perfezione, o secondo voi realmente si potranno trarre benefici da un dispositivo che comunque resta sempre un display da 5,9 pollici?

Giusto per onor di cronaca, anche LG e Sharp sono a lavoro su display con tale definizione.

Via

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation