recensione samsung gear fit 00Recensione Samsung Gear Fit – Samsung ha commercializzato la sua prima smartband votata al fitness (da qui Fit), alla quale ha aggiunto un tocco di eleganza e originalità grazie ad un display curvo e un design molto accattivante.

CONFEZIONE

All’interno della confezione di Samsung Gear Fit troviamo il dispositivo, un manale veloce per imparare ad utilizzare tutte le funzioni della smartband, il caricabatterie da parete come tutti quelli che sono presenti nelle confezioni dei device Samsung e la basetta di ricarica alla quale connettere il Gear Fit.

 

70/100

MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA

Samsung ha costruito questo Gear Fit con materiali poco nobili, infatti il policarbonato fa da padrone in questo device che però si rifà sul lato estetico grazie ad un display curvo con Gorilla Glass a proteggerlo. Il cinturino è intercambiabile ed è di gomma con un metodo di aggancio sgancio molto rapido. Il suo design curvo conferisce a Gear Fit una bellissima ergonomia che fa risaltare le forme del polso.

90/100

HARDWARE

Samsung Gear Fit dispone di un display curvo Super AMOLED 1.84 pollici con una risoluzione 128 x 432 pixel touch screen. Le dimensioni sono 57.4 mm altezza per 23.4 mm di larghezza per 12 mm di spessore con un peso di 29 grammi. I sensori dei quali è equipaggiato sono: accelerometro, barometro e cardiofrequenzimetro e dispone della connettività Bluetooth 4.0 Low Energy grazie al quale è possibile connetterlo con qualsiasi dispositivo Android con una versione 4.3 o superiore a patto che abbia l’app Gear Fit Manager installata. Dispone di un pulsante fisico con il quale è possibile interagire con il dispositivo. Ha la vibrazione ed ha la certificazione IP67 per resistere ad acqua e polvere.

85/100

SOFTWARE

Il software presente sopra questo dispositivo è proprietario di Samsung. È molto intuitivo e rapido, ha molte possibilità di personalizzazione e di implementazione, ossia:

  • cambiare sfondo del dispositivo,
  • orologio (watchface),
  • regolare la luminosità a nostro piacimento in una scala che va da 1 a 6 (ma già a 4 è visibile praticamente sotto ogni tipo di luce).
  • Visualizzazione orizzontale (molto scomodo a mio avviso tranne nella visualizzazione delle notifiche) oppure verticale.

Tramite il tasto fisico è possibile collegare, ad un doppio click, un ambito della smartband come notifiche più tosto che ricerca smartphone o allenamento ecc.

  • Contapassi lo si può usare in maniera permanente e impostare un traguardo o manualmente oppure automaticamente impostando prima il profilo dell’utente che lo utilizza (sesso, età peso e altezza) ed in più è possibile visualizzare una cronologia dell’ultima settimana di utilizzo.

È possibile ricevere notifiche da massimo 10 app configurabili tramite l’app dedicata Gear Fit Manager, installabile su ogni device basta che abbia Android 4.3 o superiore e la connettività Bluetooth 4.0.

  • Controllo Multimediale è possibile avviare la musica direttamente dalla smartband sul nostro dispositivo collegato, regolare il volume e cambiare brano.
  • Cardiofrequenzimetro è attivabile in qualsiasi momento anche se nei vari test ho notato che non sempre senza il battito cardiaco soprattutto se non si porta il cinturino stretto o se non si ha il braccio fermo (uno svantaggio per coloro che vorrebbero utilizzarlo mentre corrono).
  • Riposo controlla lo stato del sonno dell’utente che indossa il Gear Fit, calcolando le ore in cui ci si è mossi e le ore in cui invece si è stati immobili (un po’ scomodo da portare se si ha l’abitudine di dormire con il polso sotto al cuscino.
  • Esercizio ha quattro modalità: corsa, ciclismo, camminata e escursione; anche in questo caso è possibile avere una cronologia delle nostre attività.
  • Timer e Cronometro che come avrete capito dai loro nomi non sono altro che delle appendici per chi utilizza controllare i propri tempi di allenamento.

È possibile inoltre rifiutare una chiamata e mandare un messaggio preimpostato se connesso ad uno smartphone.

80/100

BATTERIA

Samsung Gear Fit ha una batteria da soli 210 mAh che, secondo le dichiarazioni della casa, dovrebbe bastare per rimanere attivo per 4 giorni di uso normale. In effetti con 5 email collegate, whatsapp, FaceBook, eventi del calendario, eBay, sveglie e quant’altro, mi è durato addirittura 5 giorni portandomi fino a sera con un 5%. Ottima autonomia.

95/100

ESPERIENZA D’USO

Samsung Gear Fit è un ottimo wearable dotato di un design fantastico, una vibrazione molto forte, un cinturino che non da fastidio sia ai peli che se sudati, la chiusura di quest’ultimo è veloce ma prima di agganciarlo alla larghezza giusta bisogna provare almeno 2 volte (poco male). Il display Super AMOLED offre una visibilità ottima sotto ogni fonte di luce, le notifiche non si perdono mai grazie al feed della vibrazione. E personalizzabile fin nel dettaglio ed ha una batteria che va contro tendenza. Uniche note negative, la basetta del caricabatterie se non la si ha dietro, in emergenza purtroppo non è possibile caricarlo; il cardiofrequenzimetro non sempre prende il battito cardiaco alla prima prova. E’ possibile utilizzare il Samsung Gear Fit con qualsiasi dispositivo android con dotato di Bluetooth 4.0 e Android 4.3 o superiore però purtroppo è possibile scaricare i dati solamente con i dispositivi che hanno installato S Helath che er adesso è solamente compatibile con i dispositivi Samsung.

95/100

Prezzo di listino 199 € ma è possibile trovarlo anche a molto meno.

ARGOMENTI

VOTI

CONFEZIONE

70/100

MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA

90/100

HARDWARE

85/100

SOFTWARE

80/100

BATTERIA

95/100

ESPERIENZA D’USO

95/100

VOTO FINALE

86/100

PRO

CONTRO

Ergonomia

Basetta per ricarica

Durata batteria

Spessore

Design

Attacco cinturino

Semplicità d’uso

 

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation