motorola droid turboFinalmente è terminata l’attesa per l’ufficializzazione del nuovo Motorola Droid Turbo, lo smartphone della casa dalla M alata prodotto per l’operatore americano Verizon. Il dispositivo incorpora in se il massimo della tecnologia attuale con un display di dimensioni accettabili, proprio ciò che tutti si aspettavano dal nuovo Nexus 6.

Motorola Droid Turbo ha le seguenti caratteristiche:

  • Display 5,2 pollici IPS QHD (2560 x 1440 pixel) 565 PPI
  • Processore Qualcomm Snapdragon 805 quad-core a 2.7 GHz
  • GPU Adreno 420
  • 3 GB di RAM
  • 32/64 GB di memoria interna non espandibile
  • Fotocamera posteriore da 21 MP
  • Fotocamera frontale da 2 MP
  • Batteria 3.900 mAh
  • Connettività Wi-Fi, bluetoth 4.0, LTE Cat.4
  • Sistema operativo Android 4.4 KitKat
  • Dimensioni 143.5 x 73.3 x 11.2 mm da 176 grammi per la versione Ballistic Nylon
  • Dimensioni 143.5 x 73.3 x 10.6 mm da 169 grammi per la versione Metalized Fiber

Verizon e Motorola dichiarano che l’enorme batteria da 3.900 mAh, garantisce ben 48 ore di autonomia (anche se affermazione dovrà aspettare la conferma dai primi test sul dispositivo), e con soli 15 minuti di ricarica, grazie alla Motorola Turbo Charge, saranno garantiti ben 8 ore di autonomia.

Motorola Droid Turbo inoltre sarà in due varianti anche di materiale, ossia in Ballistic Nylon (simil-kevlar) per la versione da 64 GB, mentre la versione con finiture in metallo, Metalized Fiber, saranno riservate solamente per il taglio di memoria da 32 GB. Inoltre Motorola conferma l’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop, anche se di default sarà venduto con Android 4.4 KitKat.

Motorola Droid Turbo sarà possibile acquistarlo solo stipulando un contratto con Verizon a partire dal 30 Ottobre, e sarà venduto a 199 $ per la versione 32 GB e 249 $ per la versione 64 GB.

Via

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation