Nexus 6-Play-Store

Recensione Nexus 6 – Finalmente dopo ben 2 mesi di attesa, il primo e nuovo phablet della famiglia Nexus di Google, prodotto dall’azienda con la M alata è finalmente arrivato agli acquirenti. Il Nexus 6 è stato tanto chiacchierato per via delle sue dimensioni esagerate ma soprattutto per il suo prezzo uscito dagli standard ai quali Google e LG ci avevano abituati con Nexus 4 e Nexus 5. Il Motorola Nexus 6 inoltre ha un hardware di ottima qualità però con un prezzo che momentaneamente è anche superiore ai suoi diretti competitor come Samsung Galaxy Note 4 e Motorola Droid Turbo. Grazie alla video recensione di Andrea Galeazzi di HDBlog possiamo anche fornirvi una video prova esplicativa che vi aiuterà rispondere alla seguente domanda:

Perché comprare un Motorola Nexus 6?

CONFEZIONE

Parteendo dalla confezione del nuovo phablet di casa Google, il Motorola Nexus 6, abbiamo una scatola bianca con un numero 6 che contraddistingue la scatola ad indicare che al’interno è presente il nuovo Nexus di 6a generazione (un po’ in stile Apple iPhone 6). Al suo interno possiamo trovare la solita dotazione standard con la quale Google equipaggia e “arricchisce” i suoi dispositivi, ossia un carica batterie capace di ricaricare lo smartphone fino al 70% in 30 minuti, il cavo dati USB, micro-USB, la manualistica veloce racchiusa in una copertina di cartoncino rosso, e la graffetta per lo slot della SIM. Purtroppo mancano sempre le cuffie che a detta di Google sono poco utili perché gli utenti dovrebbero avere quelle personali di qualità maggiore, ma onestamente ad un prezzo simile qualcosa in più potevano metterla

60/100

MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA

Sul nuovo phablet Nexus 6 possiamo ritrovare un grande vetro Gorilla Glass 3 a protezione dell’ampio display da 6 pollici con i bordi curvi. Sui lati possiamo apprezzare il frame in metallo che è in tinta con il dispositivo e su retro del dispositivo abbiamo un cover gommato che regala al dispositivo un buon grip ma purtroppo per via della sua natura lucida tende a trattenere le ditate sembrando spesso “scopro”.

Il nuovo Nexus 6 è stato prodotto dalla Motorola che ha preso come modello per il design di quest’ultimo, il suo odierno top di gamma Motorola Moto X 2014. Come possiamo notare ha una forma rettangolare con gli angoli smussati, a display spento si fa fatica a capire qual è il sopra ed il sotto. Sulla parte frontale troviamo l’ampio display da ben 6 pollici di diagonale, sulla parte superiore sono presenti due griglie sotto le quali troviamo la capsula auricolare ed uno dei due altoparlanti di sistema stereo, sulla destra troviamo la fotocamera frontale da 2 megapixel e sensore di luminosità e prossimità. Nella parte inferiore invece troviamo la griglia con il microfono per le chiamate e il secondo altoparlante di sistema con funzione stereo assieme all’altro superiore.

Sul lato posteriore possiamo apprezzare il logo Motorola incavato nella back cover, e la scritta Nexus intagliata nella gomma che ricopre la cover. Sul lato destro sono presenti i tasti di accensione e spegnimento ed il bilanciere del volume. Sul lato sinistro il nuovo Nexus 6 pulito, mentre sul lato superiore è presente il connettore per jack audio da 3,5 mm e la slot per la SIM in formato NANO. Sul lato inferiore invece è presente il connettore micro-USB per ricarica e scambio dati senza funzionalità OTG.

Dal momento in cui si impugna Nexus 6, si sente subito un bellissimo feeling, la gommatura sulla cover posteriore è veramente piacevole al tatto, come lo è anche il bordo in alluminio a contato con il vetro Gorilla Glass 3 curvo. Purtroppo in mano si sentono molto i ben 184 grammi di peso oltre a sentirsi quasi impacciati nei movimenti causati dalle dimensioni che misurano 82.98 x 159.26 x 10.06 mm. Per poter utilizzare il dispositivo ad una mano non resta che appoggiarlo su qualche piano ed usarlo tipo tablet,altrimenti dovremo ricorrere all’ausilio della seconda mano per utilizzarlo in movimento.

85/100

HARDWARE

Il lato hardware credo sia il miglior aspetto del Motorola Nexus 6 in quanto racchiude in se il meglio che possa offrire la tecnologia nel campo dei dispositivi mobili a fine 2014.

Motorola Nexus 6 scheda tecnica:

  • Display: da 5.96 pollici AMOLED con risoluzione QHD (2560 x 1440 pixel)
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 805 APQ8084
  • Processore: Krait 450 quad-core con clock a 2.7 GHz
  • GPU: Adreno 420 600 MHz
  • RAM: da 3 GB a 800 MHz
  • Memoria interna: da 32 o 64 GB
  • Fotocamera posterie: da 13 MP con doppio flash LED e OIS – foto 4160 x 3120 pixel – video 4K 30fps
  • Fotocamera frontale: da 2 MP
  • Batteria: da 3.220 mAh
  • Sistema operativo: Android 5.0.1 Lollipop
  • Wi-Fi: a, b, g, n, ac, Dual band, Wi-Fi Hotspot, Wi-Fi Direct
  • USB: 2.0, Micro USB
  • Bluetooth: 4.1
  • Navigazione: GPS, A-GPS, GLONASS
  • Dimensioni: 82.98 x 159.26 x 10.06 mm
  • Peso: 184 g

Come possiamo vedere il Nexus 6 ha delle dimensioni veramente generose infatti come abbiamo detto prima, è molto difficile poterlo usare con una mano infatti dovremo ricorrere all’ausilio della seconda. Le dimensioni non sono comunque tanto differenti dai diversi phablet in circolazione come Samsung Galaxy Note 4 (5.7″), o Apple iPhone 6 Plus (5.5″), più tosto che Huawei Ascend Mate 7 (6″).

In ultima analisi la parte posteriore di Nexus 6 essendo in gomma conferisce un ottimo grip ma purtroppo è molto morbida e quindi facilmente scalfibile e quindi obbligherebbe quasi a dover applicare un cover protettivo che andrebbe ad aumentare ulteriormente dimensioni e peso.

93/100

DISPLAY

Partendo dal display che vanta un unità da 6 pollici con una risoluzione QHD (2560 x 1440 pixel) con quasi 500 PPI ha una tecnologia AMOLED. Grazie alle nuove impostazioni implementate da Google che perdono spunto dalle personalizzazioni di Motorola sui suoi dispositivi, ossia l’Ambient Display, permettono di consumare nettamente di meno grazie al nero assoluto dei display AMOLED, dato che i pixel non hanno bisogno di una retroilluminazione risultando effettivamente spenti. Inoltre le notifiche che arrivano direttamente sulla lock screen permettono al Nexus 6 di poter usufruire di questa funzionalità senza rischiare di consumare troppo per via delle continue accensioni del display ad ogni ricezione.

Purtroppo l’unità montata su di esso ha dei colori troppo saturi rispetto alle unità montate su smartphone come Samsung Galaxy S5 o Samsung Galaxy Note 4 (diretto competitor) che sfruttano la stessa tecnologia AMOLED, inoltre non è regolabile la temperatura colore che porta ad avere una taratura errata dei colori rendendoli poco fedeli.

Purtroppo come per ogni dispositivo della famiglia Nexus, l’aspetto software è il punto a sfavore che rende il dispositivo sotto di un gradino rispetto ai competitor pur rendendolo molto più reattivo di altri.

80/100

FOTOCAMERA

Con 13 megapixel di fotocamera ed una stabilizzazione ottica (OIS) il Motorola Nexus 6 produce foto e video alla luce del sole veramente ottime, inoltre l’app fotocamera aiuta a rendere ancora più semplice ed intuitivo l’utilizzo della fotocamera dando così una marcia in più allo smartphone pur non avendo una vasta possibilità di personalizzazione delle foto prima dello scatto come altri dispositivi della stessa fascia di prezzo (vedi Samsung Galaxy Note 4). I due LED flash purtroppo non sono molto potenti inoltre la messa a fuoco non è delle migliori infatti è un po’ lenta e purtroppo nelle foto notturne o illuminate dal flash non abbiamo una buona resa a causa del troppo rumore presente in esse.

Come già detto, la qualità video è ottima, grazie al sensore è possibile girarli a risoluzione di 2K e 4K, ma la messa a fuoco è un po’ lenta e spesso perde il punto di fuoco e deve riacquisirlo, un po’ stile Nexus 5.

85/100

SOFTWARE

All’interno di Nexus 6 troviamo preinstallato Android 5.0 Lollipop nativamente e già dalla prima accensione possiamo aggiornarlo ad Android 5.0.1 Lollipop. Grazie a questa nuova versione del OS marchiato Google, possiamo avere diverse novità partendo dalle applicazioni unificate come Foto e Galleria in solamente Foto che pur non essendo molto veloce comunque integra in se tutti gli aspetti social più importanti come Google+, come Gmail e Mail che si sono fuse in Gmail dando la possibilità di poter ricevere email di ogni provider sull’app Gmail senza dover utilizzare più app, e ancora SMS da Hangouts. Inoltre grazie al Material Desgin, introdotto con questa nuova versione di Android, ogni applicazione di Google è stata rivisitata nel suo aspetto e anche in alcune funzioni rendendo tutto più user friendly.

È stata implementata la possibilità di avere il multi utente così da poter usare il dispositivo in tutta sicurezza limitando la possibilità di utilizzo e di accesso in alcune aree riservate della memoria, agli altri utenti.

Grazie all’enorme quantità di RAM è possibile adesso poter usufruire di diverse feature grafiche come la nuova interfaccia del Multitasking, in più ci sono diverse possibilità di personalizzazione come per esempio la possibilità di definire nei minimi dettagli gli ambiti della suoneria con 3 comode personalizzazioni, ossia TUTTO, PRIORITA’ e NESSUNO.

La tastiera utilizzabile tranquillamente a due mani in ambo i lati e rapida e precisa con l’implementazione del swipe. Finalmente alla fine è stata anche implementata la possibilità di poter fare un backup da un altro dispositivo Android tramite NFC o Cloud senza però poter ripristinare dati e impostazioni, ma crediamo che Big G non tarderà ad implementare questa nuova funzione che è comunque un grande passo verso la giusta direzione da parte di Google da KitKat.

95/100

BATTERIA

con tutta questa potenza il nuovo Motorola Nexus 6 ha bisogno anche di una batteria capiente che non trova problemi ad essere implementare nell’enorme scocca del nuovo dispositivo. La batteria con 3.220 mAh consente di arrivare tranquillamente a sera con circa 3 ore di utilizzo del display. Tutto questo anche grazie all’implementazione del nuovo Qualcomm Snapdragon 805 che diminuisce il consumo di batteria in standby.

Con l’arrivo di Android Lollipop è possibile usufruire finalmente del sistema di risparmio energetico con impostazioni non modificabili. Il sistema diminuisce le prestazioni, elimina le animazioni e diminuisce le risorse anche nel multitasking tra applicazioni.

90/100

AUDIO – RICEZIONE

L’audio e molto potente e si sente pulito grazie ai doppi altoparlanti stereo frontali, il vivavoce è alto e sfrutta entrambi gli speaker. In capsula auricolare si sente bene e pulito e ci sentono anche bene.

La ricezione del segnale è sempre al top, uno dei migliori degli ultimi tempi, la connessione LTE è veloce anche nel render delle pagine web. Il Bluetooth e il GPS non hanno problemi nella connessione.

100/100

GAMING

I giochi girano sempre bene anche grazie alla grande spinta data dal processore Qualcomm Snapdragon 805, non hanno lag grazie ai 3 GB di RAM e dall’ottima GPU Adreno 420 che rende tutto fluido e molto dettagliato. Il grande display da 6 pollici permette di tenere entrambi le mani sul display del Nexus 6 senza incorrere nel coprire l’immagine.

100/100

CONCLUSIONI

Per concludere la recensione del Nexus 6 vogliamo dirvi il nostro punto di vista finale tenendo conto dei dati tecnici ma soprattutto del’esperienza finale con il prodotto. L’arrivo del nuovo Nexus 6 non è sceso giù a molti utenti amanti del Nexus 5, per via delle dimensioni e del suo costo esorbitante dato che il vecchio modello costava nella versione 16 Gb 399€ e in quella a 32 GB a 449€, mentre il nuovo può essere trovato sul Play Store a 649€ in versione a 32 GB, mentre a 699€ in versione 64 GB. Probabilmente molti utenti non avrebbero storto il naso nel caso in cui Google avesse presentato un nuovo dispositivo con una diagonale che rimaneva tra i 5” e i 5.5 “.

Come detto prima, il Nexus 6 è molto difficile da tenere in mano e da portare in tasca a causa delle sue dimensioni che non consentono un uso prolungato del dispositivo se non in una comoda posizione. La velocità di funzionamento del dispositivo permette comunque un gradevole utilizzo senza mai intoppi di alcuna sorta grazie ad Android Lollipop ed al comparto hardware da top di gamma.

Adatto per chi vuole giocare per il suo ampio display ma non per coloro che vogliono usarlo in ogni ambiente. Si fa sentire la mancanza della certificazione IP67 anche se a quanto pare resiste tranquillamente a schizzi e polvere oltre ad un’immersione in una bacinella come abbiamo potuto vedere qualche settimana fa in un video.

Il malcontento si è accentuato con l’ennesimo problema legato alla reperibilità del dispositivo, sicuramente dovuto al processo produttivo di Motorola che non è paragonabile a quello di LG e del Nexus 5 subito disponibile al day-one in ogni Play Store del mondo.

In definitiva Motorola Nexus 6 è un eccellente smartphone sul lato hardware, di design e software, ma il suo alto costo, la mancanza di personalizzazione e reperibilità del dispositivo, ne fanno abbassare il valore in termini di validità del prodotto per l’utente comune, Nexus 6 conferma per l’ennesima volta che la sua famiglia di dispositivi e per un utenza di nicchia che nel caso in cui è a corto di fonti può trovare un validissimo sostituto nel Nexus 5.

ARGOMENTI VOTI
CONFEZIONE 60/100
MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA 85/100
HARDWARE 93/100
DISPLAY 80/100
FOTOCAMERA 85/100
SOFTWARE 95/100
BATTERIA 90/100
AUDIO – RICEZIONE 100/100
GAMING 100/100
ESPERIENZA D’USO 70/100
VOTO FINALE 86/100

 

PRO CONTRO
Hardware Prezzo
Ampio display
Dimenzioni
Audio stereo
Difficoltà nel reperirlo
Fluidità Software poco personalizzato
Gaming  

LEGGI:  Nexus 6 vs Nexus 5: confronto caratteristiche tecniche e prime impressioni

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation