Oppo-R5-unboxing_4Recensione Oppo R5 – Oggi vogliamo recensirvi uno degli smartphone più sottili al mondo, il neonato Oppo R5. Prima di incominciare ad analizzare il dispositivo nei suoi vari lati vogliamo evidenziare i punti forte di esso ossia per primo lo spessore ridotto da 4.85 mm che lo ha reso smartphone più sottile al mondo per qualche giorno fino all’ufficializzazione del Vivo X5 Max, l’altra caratteristiche importante è la presenza del processore Qualcomm Snapdragon 615 con un architettura a 64-bit octa-core con tecnologia big.LITTLE, ma andiamo con ordine.

CONFEZIONE

La confezione di vendita dell’R5 è simile a quella della degli altri dispositivi dell’azienda quadrato con i bordi smussati di ottima costruzione. All’interno della confezione di vendita di questo nuovo smartphone oltre al dispositivo super sottile troviamo una cover protettiva, la graffetta per uscire il vano per la micro-SIM, il cavo USB / micro-USB che non è un comune cavo per scambio dati e ricarica ma ha una particolarità ossia da la possibilità di ricaricare il terminale tramite un protocollo chiamato VOOC che grazie all’alimentatore da parete che esce addirittura a 5A rende la ricarica dello smartphone particolarmente veloce. Inoltre possiamo trovare le cuffie auricolari inear con i gommini per il padiglione auricolare ed un piccolo cavo che permetterà la connessione di queste ultime allo smartphone che è sprovvisto di connettore jack da 3,5 mm per agevolare lo spessore.

90/100

MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA

I materiali di cui è composto questo Oppo R5 sono premium infatti abbiamo sia su tutti i bordi che sulla back cover una finitura in alluminio che lascia spazio al policarbonato solamente su due fasce superiormente ed inferiormente sulla back cover e sulla parte frontale del dispositivo.

Il design salta subito all’occhio come un mattoncino da 155 grammi che si fanno sentire tutti, i bordi sono smussati ma la maneggevolezza è purtroppo ostacolata dalla presenza dell’alluminio sul posteriore e dalle dimensioni date da un display con 5.2 pollici di diagonale e delle dimensioni di 148.9 x 74.5 x 4.85 mm. Sul lato posteriore troviamo una fotocamera da 13 MP sporgente che va ad inficiare lo spessore al netto del dispositivo, la lato invece il flash LED. Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume e proseguendo verso il basso all’incirca al centro del dispositivo il tasto di accensione e spegnimento. Sul lato sinistro invece è presente solo lo slot per la micro-SIM, mentre sul lato inferiore sono presenti il microfono e la presa micro-USB, il lato superiore è pulito. Sulla parte frontale possiamo subito vedere il grande display da 5.3 pollici, la capsula auricolare che fa anche da altoparlante di sistema, la fotocamera frontale da 5 MP e il sensore di luminosità e prossimità, non presente il LED di notifica

Comunque si riesce ad impugnare discretamente a patto di non avere una mano troppo piccola e di non indossare guanti senza grip.

70/100

HARDWARE

Come abbiamo accennato ad inizio recensione, l’Oppo R5 ha un hardware da fascia medio-alta, infatti possiamo trovare al suo interno un display 5.2 pollici con risoluzione Full-HD (1920 x 1080 pixel) con una tecnologia AMOLED che gli permette di massimizzare il rendimento del pannello e diminuire i consumi. A muovere questo smartphone super sottile troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 615 a 4-bit octa-core con tecnologia big.LITTLE (4 core con 1.5 Ghz Cortex-A53 e 4 core ad 1 Ghz Cortex-A53) coadiuvato da una GPU Adreno 405. La memoria RAM di cui è provvisto questo R5 è di 2 GB con una memoria interna per l’archiviazione dei dati di 16 GB espandibile tramite micro-SD. Il comparto fotografico vanta una fotocamera posteriore da 13 MP capace di girare video in Full-HD a 30fps e foto con risoluzione 4160x 3120 pixel e 3840 x 2160 pixel grazie al sensore Sony IMX 214, mentre la fotocamera frontale è da 5 MP ottimizzata per i selfie. La batteria che troviamo al suo interno ha una capacità di 2.000 mAh, inoltre abbiamo varie connessioni come la Wi-Fi a/b/g/n Dual-band, GPS, A-GPS con GLONASS, e come sistema operativo Android 4.4.4 KitKat con personalizzazione della ColorOS 2.0.1. Presente il supporto alle reti LTE.

Oppo R5 scheda tecnica:

  • Display da 5.2 pollici AMOLED con una risoluzione Full-HD (1920 x 1080 pixel)
  • Processore Qualcomm Snapdragon 615 a 64-bit octa-core con 4 core Cortex-A53 a 1.5 Ghz e 4 core Cortex-A53 a 1 Ghz
  • GPU Adreno 405
  • RAM da 2 GB
  • Memoria interna da 16 GB espandibile tramite micro-SD
  • Fotocamera posteriore da 13 MP con flash LED
  • Fotocamera frontale da 5 MP
  • Connessione Wi-Fi a/b/g/n dual-band, GPS, A-GPS con GLONASS
  • Sistema operativo Android 4.4.4 KitKat con ColorOS 2.0.1
  • Batteria da 2.000 mAh
  • Dimensioni 148.9 x 74.5 x 4.85 mm
  • Peso di 155 grammi
  • Trasferimento dati 4G LTE

80/100

DISPLAY

Il pannello montato sull’Oppo R5 è da 5.2 pollici con risoluzione Full-HD (1920 x 1080 pixel) ha una densità pixel di 423PPI, ha una tecnologia AMOLED che permette un’esperienza molto piacevole anche se il punto di saturazione dei colori è troppo elevato infatti si hanno dei neri perfetti ma la restante gamma cromatica è eccessivamente satura.

Gli angoli di visuale sono ottimali ma la luminosità non convince, i tasti soft touch purtroppo non sono retro illuminati. Ottima scelta da parte di Oppo nel modificare la sua interfaccia rendendo diversi menu neri così da sfruttare la peculiarità principale della tecnologia AMOLED, ossia il LED spendo per il colore nero, così da consumare meno energia. Buon anche il sensore di luminosità e il touch screen che non perde mai un colpo.

Oppo-R5-01

80/100

FOTOCAMERA

La fotocamera posteriore è sporgente ed ha una risoluzione di ben 13 megapixel, il software è ben curato con un interfaccia piena di impostazioni e opzioni per adattare la fotocamera a diverse situazioni si scatta con possibilità di fare gif e scatti in RAW per chi ama poter modificare le proprie foto in post produzione. Purtroppo gli scatti non sono ottimi, probabilmente per la scelta del sensore non particolarmente curato.

I video hanno un audio metallico oltre alla scarsa qualità finale pur avendo come risoluzione massima 4K.

65/100

SOFTWARE

Oppo R5 è basato su Android 4.4.4 KitKat con una personalizzazione dell’azienda tramite ColorOS 2.0.1, Lollipop arriverà sicuramente su questo dispositivo con tutte le sue feature e miglioramenti, ma non aspettatevi un aggiornamento immediato.

Tralasciando l’aspetto aggiornamenti, comunque Oppo ci fornisce una UI molto bella e personalizzata, in stile iOS, come molti produttori cinesi ragionano. Manca l’app drawer ma abbiamo una interfaccia della home e delle impostazioni molto semplificata e, come detto prima nel display, caratterizzata da un background nero per ottimizzare i consumi della batteria grazie al display con tecnologia AMOLED. Sono presenti tantissimi programmi, impostazioni, menu e pagine con le quali dover familiarizzare prima di poter usare a pieno lo smartphone che comprende anche una serie di gesture più o meno utili.

Per quello che riguarda il browser stock ha un render rapido, un ottima reattività nel pinch in/out, oltre ad un buonissimo utilizzo delle varie pagine, campi di testo e movimento in generale. Purtroppo non tutti i siti riconoscono le impostazioni del browser se messo su modalità desktop, probabilmente per via della sua natura cinese.

L’implementazione dei temi è veramente ottima, grazie ai quali è possibile avere uno smartphone sempre nuovo e colorato in ogni suo lato software con degli sfondai animati con il meteo molto belli da vedere.

In fine c’è da dire che sono veramente tante le app per la gestione e ottimizzazione del dispositivo ce presenza inoltre un multitasking simile ad iOS ma ben fatto.

80/100

BATTERIA

Purtroppo questo è un lato veramente dolente dello smartphone che pur avendo adottato alcuni accorgimenti software come due metodi di risparmi energetico, il pannello AMOLED con menu personalizzati per far consumare meno, e comunque troppo energivoro e il processore Qualcomm Snapdragon 615 non aiuta a tenere sotto controllo i consumi. La batteria da 2.000 mAh è sotto tono anche se in dotazione viene fornito un caricabatteria con cavo speciale per a ricarica VOOC che ripristina l’80% della batteria in circa mezzora. Dura massimo senza utilizzo del risparmio energetico fino alle 18.

55/100

AUDIO – RICEZIONE

Purtroppo sono presenti anche altri lati negativi in questo smartphone che facendo del suo spessore il punto forte ha dovuto cedere su altro lati hardware come la parte audio e utilizza la capsua auricolare come speaker per il vivavoce e come altoparlante di sistema per i contenuti multimediali il tutto tradotto in un audio di chiamata nella norma e in un volume nettamente inferiore alla media e poco avvolgente nei contenuti multimediali e in viva-voce. L’assenza dello jack da 3.5 mm si fa sentire ma grazie alla micro-USB, è possibile connettere gli auricolari grazie ad un cavo adattatore in dotazione.

La ricezione dell’LTE è nella norma ma il raggio della Wi-Fi non è ottimale. GPS veloce ad agganciare e buono il trasferimento dati.

65/100

GAMING

Oppo R5 grazie ad un ampio display e ad un processore molto prestate con una GPU Adreno 405 anch’essa non da meno, offre un esperienza di gaming ottimale, ma purtroppo come detto prima, l’audio dell’altoparlante non è il massimo. Purtroppo la memoria interna è solamente in tagli da 16 GB anche se espandibile.

80/100

CONCLUSIONI

Oppo R5 fa del suo comparto hardware e del suo spessore, il suo punto forte, portando con se una folata di aria fresca per quello che riguarda l’innovazione tecnologia. Purtroppo però nel complesso pecca in molte cose come peso, maneggevolezza (aggravata dal metallo sulla back cover), e alcuni lati hardware come la fotocamera un po’ sottotono rispetto alla concorrenza. La batteria non soddisfa arrivando a mezza giornata già del tutto esaurita. R5 è un ottimo esempio di qualità costruttiva da parte del produttore che però ci ha abituati a ben altri smartphone che rendono l’esperienza d’uso nettamente migliore. È possibile acquistare Oppo R5 a 399€.

VOTO 74/100

ARGOMENTI

VOTI

CONFEZIONE 90/100
MATERIALI – DESIGN – ERGONOMIA 70/100
HARDWARE 80/100
DISPLAY 80/100
FOTOCAMERA 65/100
SOFTWARE 80/100
BATTERIA 55/100
AUDIO – RICEZIONE 65/100
GAMING 80/100
ESPERIENZA D’USO 75/100
VOTO FINALE 74/100

 

PRO CONTRO
Hardware Durata della Batteria
LTE Fotocamera
Materiali Grip
Spessore LED di notifica
Dotazione Jack da 3,5 mm

 

 

 

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation