motorola project ara 1Tra i tanti progetti che Google porta avanti non è da sottovalutare quello che tocca più da vicino noi amanti dei dispositivi mobili. Stiamo parlando di Project Ara, il progetto che vede l’impiego di un endoscheletro che da la possibilità all’utente finale di poter comporre il proprio smartphone o tablet con i componenti che più lo soddisfano dando vita ad un dispositivo modulare.

Logicamente un trattandosi di Google il sistema operativo che darà vita a questi device sarà sempre Android, ma l’OS che noi tutti conosciamo non è stato progettato per gestire dispositivi di questa natura, quindi l’azienda di Mountain View in collaborazione con LINARO, che si occupa da sempre di software open-source e di kernel Linux, per realizzare una versione di Android “customizzata” e adatta alla gestione di Ara.

La nuova versione dovrà gestire tutti i componenti che potranno essere inserito nel’endoscheletro e dovrà farli funzionare correttamente tutti assieme. Probabilmente ci saranno alcuni componenti per i quali verranno forniti driver direttamente dalla casa produttrice per essere installati sul OS.

Insomma l’innovazione tecnologica nel campo della tecnologia mobile continua ad avanzare e saremo ben contenti di poter avere quest’altra soluzione ingegneristica con la quale poter smanettare e creare le nostre configurazioni preferito a patto che i costi rimangano contenuti.

Via

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation