Samsung-Galaxy-Note-4-UfficialeSamsung Galaxy Note 4 è lo smartphone dell’anno 2014 con il miglior hardware in circolazione, purtroppo però il suo monitor con risoluzione QHD e il suo processore Snapdragon 805, si faranno sentire molto sulla durata della batteria.

Di samsung Galaxy Note 4 ne esistono due versione, quello con il processore Snapdragon 805 che sarà la versione che verrà commercializzata in tutto il mondo, e quello con il processore Samsung Exynos 5433, il primo processore della serie Exynos ad avere un architettura a 64 bit. Anche se l’Exynos 54 33 ha un architettura a 64 bit però lavora ancora a 32 bit, ma vanta di una configurazione octa-core con tecnologia big.LITTLE, ossia due SoC quad-core che lavorano in simultanea quando si ha bisogno di molta potenza oppure entrambi lavorano alternandosi i compiti a seconda della potenza richiesta. I quad-core presenti all’interno utilizzato core Cortex-A57 e A53.

Adesso passiamo al testo prodotto dal sito coreano PlayWare, il quale ha testato il Galaxy Note 4 Exynos.

I test sono basati su tre tipi di utilizzo, quello con la Wi-Fi attiva, la visione di video con una nitidezza pari a 230 nits e quello basato sul gaming. I risultati sono stati presso che ottimi infatti come possiamo vedere, Galaxy Note 4 Exynos è riuscito a far segnare ben 8:30 ore di autonomia con il monitor sempre accesso con un immagine bianca in video, così da poter spingere il display AMOLED al massimo ricordando che ha una risoluzione QHD (questo perchè i display AMOLED sono composti da tanti led che riproducono il colore richiesto, ed il bianco e quello che richiede più energia e sforzo da parte del processore e dei LED), meglio di un LG G3 che con la stessa risoluzione ha fatto segnare 5:38 ore.

C’è anche da evidenziare la piccola differenza che passa tra il Galaxy S5 LTE-A e il Galaxy Note 4, che pur avendo un display con una risoluzione più elevata, ha solamente uno scarto di un ora rispetto al suo fratello minore suggerendo che la configurazione Exynos 5433 con GPU Malu-T760 è meno energivora della Snadragon 805 con Adreno 420 (la stessa che sarà presente sulla versione europea del Galaxy Note 4). Nel test della Wi-Fi addirittura il Galaxy Note 4 arriva a mantenere 7 ore di autonomia aggiudicandosi il primo posto tra gli smartphone di ultima generazione.

Nel test della riproduzione video il Galaxy Note 4 e Galaxy S5 sono tra i dispositivi migliori arrivano a 12 ore di riproduzione video, questo grazie al loro display AMOLED che ha un impatto minore sui consumi di energia anche rispetto ad LG G3 e LG Nexus 5, loro simili equipaggiati con un display IPS.

In fine il test sul gaming 3D nel quale Note 4 ha fato registrare un tempo di 3:30 che, tenendo presente il suo display QHD che richiede più potenza al processore per essere gestito in un ambiente 3D, è stato un ottimo risultato ottenuto.

Nel complesso Galaxy Note 4 Exynos è il miglior dispositivo testato fino ad ora e sarebbe veramente molto interessante un paragone con il suo fratello con lo Snapdragon 805 e un “accento italiano”.

Come detto prima, purtroppo il Samsung Galaxy Note 4 Exynos non sarà commercializzato nel vecchi continente, ma per il prossimo anno, Qualcomm sta producendo processore, Snapdragon 808 e 810, con la stessa tecnologia octa-core big.LITTE vista su Exynos 5433, e quindi anche noi potremo usufruire del beneficio in campo energetico che questa combinazione tecnologica regala.

Via

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation