apple-payAppena dopo una settimana dal debutto del sistema di pagamento Apple Pay negli USA, si grida già al successo. Apple Pay è il nuovo sistema di pagamenti contactless (senza dover strisciare la carta) lanciato dall’azienda di Cupertino in USA tramite la quale è possibile passare il nuovo iPhone 6, dotato di NFC, su un qualsiasi Pos dei negozi aderenti a questo metodo e appoggiando il pollice sul lettore di impronte del dispositivo si procede al pagamento.

Tim Cook, in un intervista rilasciata al Wall Street Journal, dichiara che nel giro di appena una settimana hanno già ricevuto 1 milione di contatti ed è già leader nel mercato dei pagamento contactless. Il sistema addebiterebbe il pagamento direttamente sulla propria carta di credito senza dover uscire ne portafoglio ne contanti.

Molte catene tra cui Wal-Mart e Best Buy, hanno subito detto no a questo metodo di pagamento per incentivare il tipo di pagamento contactless da loro adottato. Inoltre anche Rite Aid e Cvs avrebbero detto no al supporto ad Apple Pay per via di un imminente metodo di pagamento che si chiamerebbe CurrentC che andrebbe ad addebitare il pagamento effettuato, sul conto corrente sell’utente e non sulla carata di credito, così da evitare le relative commissioni nei negozi.

Probabilmente verrà attivato anche qui in Europa dato che già circa 500 banche avrebbero accettato di supportare il nuovo sistema di pagamento Apple Pay. Un altro centro da parte dell’azienda di Cupertino.

Via

About Davide Vasco

Il mio primo cellulare fù il Motorola StarTAC all'età di 14 anni. Il mio primo smartphone, Samsung Galaxy S con il quale ho sancito il voto al mondo della Tecnologia Mobile culminata nel Settembre 2013 con l'apertura del Blog Metaphone.it.

Post Navigation